Baci di dama

Le più viste

I baci di dama sono dei dolcetti della tradizione pasticcera piemontese. Originari della città di Tortona, prendono il nome dalla loro graziosa forma: due rotonde calotte di frolla alle mandorle tenute insieme da un velo di cioccolato, come due labbra impegnate in un bacio d’amore. Friabili e golosi, questi piccoli biscotti – vi sorprenderà scoprirlo – sono molto facili da preparare. Ecco la ricetta.
Prova anche: Ricette con le mandorle

Ricetta
Come preparare i Baci di dama
Tempo
Porzioni
Difficoltà
Costo
2 h
4
Facile
Basso
Ingredienti
Farina 00 150 g
Mandorle pelate 115 g
In alternativa, potete usare Farina di mandorle
Zucchero 115 g
Burro 120 g
Albumi 25 g
Cioccolato fondente 50 g
Sale
Preparazione

1Tagliate il burro a piccoli cubetti e lasciatelo ammorbidire. Nel frattempo, tostate le mandorle qualche minuto in una pentola antiaderente [1] e poi tritatele finemente con un mixer [2]. Spezzettate il cioccolato e fatelo sciogliere a bagnomaria. Poi mettetelo da parte a raffreddare [3].

2Aiutandovi con le fruste elettrice o una planetaria, lavorate il burro morbido con lo zucchero [4]. Aggiungete le mandorle tritate e continuate ad amalgamare. Proseguite con l’albume e in ultimo la farina e un pizzico di sale setacciati [5]. Versate l’impasto sul piano di lavoro leggermente infarinato e completate la lavorazione con le mani, fino a ottenere un panetto liscio e omogeneo. Con l’ausilio di un matterello, appiattite l’impasto e poi avvolgetelo nella pellicola [6]. Quindi riponetelo in frigorifero per un’ora.

3Riprendete il panetto [7] ed eseguite dei tagli verticali e orizzontali, creando tanti piccoli cubetti [8] che dovrete poi pesare, assicurandovi che abbiano tutti un peso di 5 g. Realizzate con le mani delle palline regolari [9] e adagiatele su una teglia rivestita di carta forno. Quindi cuocetele in forno preriscaldato a 180° per 10-12 minuti.

4Terminata la cottura, lasciate raffreddare completamente i biscotti [10]. Assicuratevi intanto che il cioccolato abbia ripreso consistenza, diventando più denso ma non completamente solido. Farcite una calotta con poco cioccolato [11] e chiudete il biscotto con un’altra, esercitando poca pressione [12].

Consigli

In passato, prima che la ricetta fosse perfezionata, per realizzare i baci di dama si usavano le meno costose nocciole. Nulla vieta di farlo ancora oggi, ovviamente, in sostituzione o integrazione delle mandorle. Se optate per quest’ultima soluzione, dimezzate la dose dei due frutti secchi. I baci di dama si possono conservare in un luogo fresco, anche senza farcia, fino a una settimana, meglio se in un contenitore ermetico.

Ricetta precedenteFocaccia pugliese
Ricetta successivaParmigiana bianca di zucchine
- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui

- Pubblicità -

Ultime ricette

- Pubblicità -

Con gli stessi ingredienti

- Pubblicità -