Crostata con crema agli amaretti

Le più viste

La crostata con crema agli amaretti è un dolce squisito che diffonderà in tutta la casa un profumo delicato, di tempi andati, prima di conquistarvi con il suo sapore zuccherato. Friabile fuori e cremosa al centro, viene preparata impiegando sia gli amaretti, i piccoli biscotti molto amati preparati con mandorle, in questo caso nella versione croccante, sia il liquore all’amaretto, ad esempio Disaronno. Tutti i passaggi sono molto semplici e veloci. Il risultato è una torta perfetta per una colazione golosa o per concludere in bellezza un pranzo o una cena in famiglia o tra amici.
Leggi anche: Ricette con le mandorle

Ricetta
Come preparare la Crostata con crema agli amaretti
Tempo
Porzioni
Difficoltà
Costo
2 h
8
Facile
Medio
Ingredienti
Amaretti 100 g
Farina 00 300 g
Più un paio di cucchiai per infarinare il piano di lavoro e lo stampo
Zucchero 175 g
Lievito per dolci 4 g
Amido di mais 50 g
Vanillina 1 bustina
Latte 500 ml
Uova 5
Olio di semi di mais 100 ml
Liquore all’amaretto 3 cucchiai
Rum 1 cucchiaio
Burro
Una noce per imburrare lo stampo
Sale
Per la decorazione
Amaretti 6
Zucchero a velo
Preparazione

1Sbriciolate grossolanamente gli amaretti con le mani [1] e teneteli da parte. Versate il latte in un pentolino, scioglietevi all’interno la vanillina e scaldatelo a fiamma media. Usando una frusta, sbattete in una ciotola i tuorli di tre uova con 100 g di zucchero, fino a ottenere un composto chiaro e leggermente spumoso [2]. Aggiungete l’amido di mais e, a filo, il latte bollente [3], mescolando con la frusta.

2Versate il composto nel pentolino e cuocete a fiamma dolce mescolando continuamente con la frusta [4] fino a quando la crema non si sarà addensata. Spegnete e aggiungete alla crema metà degli amaretti sbriciolati (50 g), il liquore all’amaretto e il rum [5]. Date un’ultima mescolata e versate la crema in una ciotola. Copritela con pellicola a contatto [6] e lasciatela raffreddare a temperatura ambiente.

3Rompete un uovo in una ciotola, aggiungete il tuorlo dell’altro uovo, la restante parte di zucchero (75 g), un pizzico di sale e mescolate usando una frusta [7]. Aggiungete l’olio, mescolando ancora. Proseguite con la farina e il lievito setacciati, mescolando questa volta con una forchetta [8]. Quando l’impasto avrà preso consistenza, continuate a impastare con le mani, fino a ottenere una frolla compatta e leggermente morbida [9] (se l’impasto risultasse troppo morbido, aggiungete poca altra farina. Al contrario, se risultasse troppo farinoso, aggiungete un altro po’ d’olio).

4Preriscaldate il forno a 170° in modalità statica. Posate la frolla su un foglio di carta forno infarinato, schiacciatela leggermente e copritela con un altro foglio. Con un matterello, stendetela formando un disco alto circa mezzo cm [10]. Imburrate e infarinate un stampo a cerniera di 22 cm. Eliminate il secondo foglio di carta forno, posate lo stampo capovolto sulla frolla e giratela. Usando le dita, fate aderire bene la frolla sul fondo e lungo i lati dello stampo, creando un bordo alto circa 3 cm ed eliminando la pasta in eccesso. Bucherellate il fondo della crostata usando i rebbi di una forchetta [11]. Rimescolate la crema e versatela all’interno della crostata [12].

5Cuocete la crostata a metà altezza per 30 minuti, sfornandola appena la frolla risulterà dorata [13]. Lasciatela raffreddare completamente prima di rimuoverla dallo stampo. Prima di servirla, ricoprire la superficie della crostata con i restanti amaretti sbriciolati [14] e decoratela con una spolverizzata di zucchero a velo [15] e gli amaretti interi.

Consigli

Assaggiando la crema, potete “giocare” con le dosi di liquore agli amaretti e rum, accentuando o smorzando la nota alcolica. Un cucchiaio corrisponde a circa 15 ml. È possibile che la crema gonfi un po’ in fase cottura o che resti leggermente morbida. Non preoccupatevi, si compatterà in fase di raffreddamento. Potete conservare la crostata con crema agli amaretti in frigorifero, coperta da pellicola o in una tortiera, per 2-3 giorni. È sconsigliata la congelazione.

- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui

- Pubblicità -

Ultime ricette

- Pubblicità -

Con gli stessi ingredienti

- Pubblicità -