Spaghetti al pesto con piselli e pancetta

Le più viste

Mi sono imbattuto in questa ricetta diversi anni fa. Da allora, mi è capitato di rifarla molte volte ed è sempre una piacevole riscoperta, per le consistenze e i sapori diversi tutti racchiusi nello stesso piatto. Gli spaghetti al pesto con piselli e pancetta sono un primo veloce e semplicissimo da preparare che combina il sapore fresco e inconfondibile del pesto genovese con la dolcezza dei piselli, la sapidità della pancetta e l’aromaticità dei pinoli. E poi la panna, una nota leggermente cremosa in più.
Prova anche: Primi piatti di pasta: tante ricette da provare

Ricetta
Come preparare gli Spaghetti al pesto con piselli e pancetta
Tempo
Porzioni
Difficoltà
Costo
30 min
4
Facile
Basso
Ingredienti
Spaghetti 320 g
Pesto genovese 2 cucchiai
Piselli 150 g
Vanno bene anche surgelati
Pancetta dolce 150 g
Pinoli 30 g
Panna da cucina 150 ml
Cipolla ½
Olio extravergine d’oliva
Sale
Pepe
Preparazione

1Mettete a bollire abbondante acqua salata. Pulite la cipolla, tritatela finemente e in una padella capiente imbionditene un cucchiaio a fuoco dolce con un filo d’olio. Aggiungete i piselli, rosolateli nel soffritto [1], bagnateli con mezzo bicchiere d’acqua e cuoceteli per 10 minuti [2], mescolandoli di tanto in tanto. Nel frattempo, in un’altra padella rosolate la pancetta pochi minuti fino a renderla leggermente croccante. Unite i pinoli, fateli dorare brevemente [3] e togliete dal fuoco.

2Al bollore dell’acqua, cuocete gli spaghetti per il tempo indicato sulla confezione. Aggiungete la panna ai piselli e proseguite la cottura per un paio di minuti, mescolando spesso [4]. Subito dopo, fate lo stesso con il pesto [5]. Scolate gli spaghetti al dente e versateli nel condimento. Unite la pancetta con i pinoli, un pizzico di pepe [6], amalgamate bene il tutto e servite subito.

Consigli

È consigliato consumare subito gli spaghetti al pesto con piselli e pancetta, ma se volete, possono essere conservati in frigorifero, coperti con pellicola o in un contenitore ermetico, per un giorno al massimo.

Ricetta precedenteCrostata con crema agli amaretti
Ricetta successivaGnocco fritto
- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento!
Inserisci il tuo nome qui

- Pubblicità -

Ultime ricette

- Pubblicità -

Con gli stessi ingredienti

- Pubblicità -